Facebook Scanavino e Oggero Sicurezza    Google + Scanavino e Oggero Sicurezza    Linkedin Scanavino e Oggero Sicurezza    YouTube Scanavino e Oggero Sicurezza
Chiamaci per informazioni: +39 011/90.63.755    /    E-mail: info@sicurezzascanavino.it
SCANAVINO & OGGERO CONSULENZE / News / ATTENZIONE: Hai un’azienda di trasporti e non hai ancora trovato il modo di prevenire gli incidenti stradali? Allora devi leggere questo articolo

ATTENZIONE: Hai un’azienda di trasporti e non hai ancora trovato il modo di prevenire gli incidenti stradali? Allora devi leggere questo articolo


ATTENZIONE: Hai un’azienda di trasporti e non hai ancora trovato il modo di prevenire gli incidenti stradali? Allora devi leggere questo articolo

Non dormire sulla prevenzione degli incidenti, SVEGLIATI E PRENDI COSCIENZA.




Qualche giorno fa, sull’Autostrada Torino-Pinerolo, un autotrasportatore di 44 anni, marito e padre di due gemelli, muore restando schiacciato all’interno della cabina del suo camion. Un’altra vita spezzata durante il lavoro, un’altra famiglia rimasta orfana di un proprio caro.

Prendiamo spunto da questa triste vicenda, che peraltro ha coinvolto un conoscente incontrato parecchie volte in ambito sportivo, per soffermarci sull’importanza della prevenzione nell’ambito degli autotrasporti.

 

La morte improvvisa di una persona in un incidente stradale è sempre un evento che ti porta a riflettere. Come si poteva evitare? Cos’è andato storto? Queste sono solo 2 delle innumerevoli domande che la nostra mente si pone.

Se anche tu vivi gran parte della tua giornata lavorativa sulle strade sai cosa vuol dire.

Se però hai un’azienda di autotrasporti o se hai dei dipendenti che utilizzano la macchina aziendale sei OBBLIGATO a tutelare, oltre alla tua salute, anche quella di chi lavora per te.

L’incidente è una sciagura che non puoi prevedere. Speri sempre che non succeda nulla.

 

Si, ma ancora per quanto puoi sperare?

Perché non agisci SUBITO e cerchi qualsiasi cosa che possa fermare un evento catastrofico per la tua azienda e per il tuo dipendente?

Sto parlando degli incidenti che puoi controllare. Quelli che vengono provocati dai tuoi lavoratori che lavorano in condizioni PIETOSE.

 

STANCHEZZA? O Forse occorre che tu riveda l’organizzazione della tua azienda?...

Completa INOSSERVANZA delle regole del codice stradale? Hai mai pensato ad un corso di sensibilizzazione per i tuoi dipendenti?

ALTA VELOCITA’? <<Meglio che ti sbrighi se vuoi continuare a lavorare!!!>> Sai cosa ti risponderei?

VAI A FANCULO TU E LA TUA AZIENDA DI MERDA.

Spera che nessun tuo familiare sia coinvolto in un incidente stradale. Ma dubito che anche un evento del genere possa cambiare la tua testa di cazzo. Si, perché coglioni si nasce, non si diventa.

 

Si, lo so, sto usando dei toni particolarmente duri, ma quello che è successo qualche giorno fa mi ha fatto veramente INCAZZARE.

Devi prendere coscienza dello stato di salute dei tuoi autotrasportatori!!!!

 

Sapevi dell’esistenza della Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (OSAS)?

È un disturbo respiratorio del sonno. Chi ne soffre, mentre dorme, presenta interruzioni respiratorie per un tempo superiore di 10 secondi. In Italia la patologia OSAS colpisce circa il 3-4% della popolazione, ma soltanto l’0,25% è in terapia.

La questione più preoccupante di questa patologia è che le apnee sono associate ad un frequente russamento e ad un’elevata sonnolenza diurna.

Quella fottuta sonnolenza che provoca gli incidenti stradali, senza guardare in faccia nessuno, imprevedibile, implacabile e drammaticamente mortale.

Infatti, la percentuale degli autotrasportatori che soffre di OSAS è del 25% (1 autotrasportatore su 4 che incontri per strada potrebbe essere affetto da tale patologia), quella degli incidenti stradali correlabili all’eccessiva sonnolenza diurna è del 18,7% e infine del 3,2% per colpi di sonno.

 

Un rimedio a tutto questo ESISTE.

Fai come me, fai compilare ai tuoi dipendenti che utilizzano un mezzo aziendale questo questionario.

Lo puoi compilare direttamente qui.

Bastano 2 minuti per renderti conto se hai all’interno della tua azienda lavoratori affetti da tale sindrome.

Il tuo autista risulta positivo? RIVOLGITI AD UNO SPECIALISTA.

 

CONSAPEVOLIZZA I RISCHI DERIVANTI DALLA GUIDA SCORRETTA e RISPETTA chi viaggia in strada!!!

 

Per non perderti nessuno dei nostri contenuti, seguici sui nostri canali social. Clicca di seguito e diventa nostro follower.

Scanavino e Oggero Consulenze srl: facciamo sicurezza sul lavoro in Piemonte dal 1965



SICUREZZA SCANAVINO / News / ATTENZIONE: Hai un’azienda di trasporti e non hai ancora trovato il modo di prevenire gli incidenti stradali? Allora devi leggere questo articolo

ATTENZIONE: Hai un’azienda di trasporti e non hai ancora trovato il modo di prevenire gli incidenti stradali? Allora devi leggere questo articolo


ATTENZIONE: Hai un’azienda di trasporti e non hai ancora trovato il modo di prevenire gli incidenti stradali? Allora devi leggere questo articolo

Non dormire sulla prevenzione degli incidenti, SVEGLIATI E PRENDI COSCIENZA.



Qualche giorno fa, sull’Autostrada Torino-Pinerolo, un autotrasportatore di 44 anni, marito e padre di due gemelli, muore restando schiacciato all’interno della cabina del suo camion. Un’altra vita spezzata durante il lavoro, un’altra famiglia rimasta orfana di un proprio caro.

Prendiamo spunto da questa triste vicenda, che peraltro ha coinvolto un conoscente incontrato parecchie volte in ambito sportivo, per soffermarci sull’importanza della prevenzione nell’ambito degli autotrasporti.

 

La morte improvvisa di una persona in un incidente stradale è sempre un evento che ti porta a riflettere. Come si poteva evitare? Cos’è andato storto? Queste sono solo 2 delle innumerevoli domande che la nostra mente si pone.

Se anche tu vivi gran parte della tua giornata lavorativa sulle strade sai cosa vuol dire.

Se però hai un’azienda di autotrasporti o se hai dei dipendenti che utilizzano la macchina aziendale sei OBBLIGATO a tutelare, oltre alla tua salute, anche quella di chi lavora per te.

L’incidente è una sciagura che non puoi prevedere. Speri sempre che non succeda nulla.

 

Si, ma ancora per quanto puoi sperare?

Perché non agisci SUBITO e cerchi qualsiasi cosa che possa fermare un evento catastrofico per la tua azienda e per il tuo dipendente?

Sto parlando degli incidenti che puoi controllare. Quelli che vengono provocati dai tuoi lavoratori che lavorano in condizioni PIETOSE.

 

STANCHEZZA? O Forse occorre che tu riveda l’organizzazione della tua azienda?...

Completa INOSSERVANZA delle regole del codice stradale? Hai mai pensato ad un corso di sensibilizzazione per i tuoi dipendenti?

ALTA VELOCITA’? <<Meglio che ti sbrighi se vuoi continuare a lavorare!!!>> Sai cosa ti risponderei?

VAI A FANCULO TU E LA TUA AZIENDA DI MERDA.

Spera che nessun tuo familiare sia coinvolto in un incidente stradale. Ma dubito che anche un evento del genere possa cambiare la tua testa di cazzo. Si, perché coglioni si nasce, non si diventa.

 

Si, lo so, sto usando dei toni particolarmente duri, ma quello che è successo qualche giorno fa mi ha fatto veramente INCAZZARE.

Devi prendere coscienza dello stato di salute dei tuoi autotrasportatori!!!!

 

Sapevi dell’esistenza della Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (OSAS)?

È un disturbo respiratorio del sonno. Chi ne soffre, mentre dorme, presenta interruzioni respiratorie per un tempo superiore di 10 secondi. In Italia la patologia OSAS colpisce circa il 3-4% della popolazione, ma soltanto l’0,25% è in terapia.

La questione più preoccupante di questa patologia è che le apnee sono associate ad un frequente russamento e ad un’elevata sonnolenza diurna.

Quella fottuta sonnolenza che provoca gli incidenti stradali, senza guardare in faccia nessuno, imprevedibile, implacabile e drammaticamente mortale.

Infatti, la percentuale degli autotrasportatori che soffre di OSAS è del 25% (1 autotrasportatore su 4 che incontri per strada potrebbe essere affetto da tale patologia), quella degli incidenti stradali correlabili all’eccessiva sonnolenza diurna è del 18,7% e infine del 3,2% per colpi di sonno.

 

Un rimedio a tutto questo ESISTE.

Fai come me, fai compilare ai tuoi dipendenti che utilizzano un mezzo aziendale questo questionario.

Lo puoi compilare direttamente qui.

Bastano 2 minuti per renderti conto se hai all’interno della tua azienda lavoratori affetti da tale sindrome.

Il tuo autista risulta positivo? RIVOLGITI AD UNO SPECIALISTA.

 

CONSAPEVOLIZZA I RISCHI DERIVANTI DALLA GUIDA SCORRETTA e RISPETTA chi viaggia in strada!!!

 

Per non perderti nessuno dei nostri contenuti, seguici sui nostri canali social. Clicca di seguito e diventa nostro follower.

Scanavino e Oggero Consulenze srl: facciamo sicurezza sul lavoro in Piemonte dal 1965